LEGGE DI BILANCIO 2017

 

Nel corso della giornata di sabato 15 Ottobre, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi e il Ministro all'Economia Pier Carlo Padoan hanno annunciato la manovra da 27 miliardi di Euro della Legge di Bilancio 2017. Vediamo le principali novità:

 

- Chiusura di Equitalia, la quale dovrà essere incoporata all'interno dell'Agenzia delle Entrate con un modello organizzativo ancora da delineare. L'obiettivo è quello di garantire una riduzione degli oneri di riscossione sia per lo Stato ma anche per il contribuente. Per quanto riguarda la riscossione delle cartelle sembra delinearsi una possibile sanatoria, con la quale,  per le cartelle di Equitalia che sono state notificate entro il 31 Dicembre 2016 e relative a ruoli formati entro la fine del 2015, è previsto un risparmio per il contribuente in tema di interessi e sanzioni (e probabilmente anche degli aggi di riscossione). Quindi resterebbero dovute esclusivamente le sole imposte, così come annunciato dal vice ministro all'economia, Enrico Zanetti. La sanatoria dovrà essere specificamente chiesta dal contribuente debitore. Sembrerebbe che per accedere alla sanatoria il pagamento delle imposte a ruolo dovrà esser fatto in un massimo di 36 rate mensili.

 

- Proroga fino al 31 Dicembre 2017 del Super-ammortamento al 140% (forse 120% per i veicoli) per l'acquisto di beni destinati all'attività d'impresa. Introduzione di un iper-ammortamento al 250% per l'acquisto di beni ad alta tecnologia (industria 4.0) come attività immateriali e materiali che rientrano nei campi della meccatronica, robotica, big data, sicurezza informatica, nanotecnologia e stampa 3D. I requisiti, oggettivi e soggettivi, saranno i medesimi previsti dalle legge di stabilità 2016.

 

- Proroga della Nuova Sabatini, riferita in contributi a fondo perduto per la copertura degli oneri finanziari sostenuti per l'acquisto di macchinari.

 

- Proroga del bonus ristrutturazioni (detrazione IRPEF del 50% sulle spese sostenute per la ristrutturazione edile) e dell'ecobonus (detrazione del 65% sulle spese sostenute per la riqualificazione energetica). Prevista anche una detrazione IRPEF per il sostenimento di costi per il miglioramento antisismico di edifici presenti nelle aree più rischiose in tema di terremoti.

 

- Riduzione dell'aliquota IRES per le società di capitali da un'aliquota del 27,5% ad un'aliquota del 24%.

 

- Introduzione dell' Imposta sul Reddito d'Impresa (IRI) con un'aliquota proprozionale al 24% per le imprese individuali e società di persone in contabilità ordinaria, per la quota di utili che viene mantenuto all'interno del patrimonio aziendale. Per la quota di utile che invece viene ad essere prelevata dall'imprenditore e dai soci verranno tassate con le normali aliquote IRPEF. E' previsto invece l'applicazione del regime per cassa per tutti i soggetti in contabilità semplificata.

 

- Vengono disattivate le clausole di salvaguardia (no aumento dell'IVA).

 

- Sostegno agli investimenti secondo la strategia Industria 4.0 con la mobilitazione di 20 miliardi di euro e incentivazione del Fondo garanzia per le pmi.

 

- Sostegno alle pensioni: per i contribuenti con le pensioni più basse verrà modificato il diritto alla quattordicesima. Per i pensionati che ricevono un assegno pensionistico lordo annuo inferiore a 9.786,86, la quattordicesima andrà da un importo di Euro 436,80 (per i pensionati con 15 anni di contributi versati) fino 655,20 (per i pensionati con più di 25 anni di contributi versati). Invece per i pensionati a cui spetta un assegno pensionistico lordo annuo superiore a 9.786,86, ma inferiore a Euro 13.049,14, l'importo della quattordicesima è previsto da un minimo di Euro 336 (pensionati con 15 anni di contributi) fino ad un massimo di 504 Euro (pensionati con più di 25 anni di contributi). In tema di pensioni è previsto l'innalzamento della no Tax Area fino ad un importo di Euro 8.125 per i pensionati con meno di 75 anni di età. Inoltre è previsto la gratuita del cumulo dei contributi quando i contribuenti sono iscritti a diverse forme di assicurazione. Ma la grande novità in tema di pensioni è quella della pensione anticipata (APE) a cui vi potranno accedere tutti i lavoratori che abbiano almeno 63 anni di età. Sono previste tre diverse forme di pensione anticipata: 1) sociale, per i lavoratori che hanno almeno 30 anni di contributi se disoccupati, invalidi o con parenti con grave disabilità oppure chi ha 36 anni di contributi e ha svolto lavori usuranti. In questo caso se l'assegno pensionistico mensile è pari a 1.500 euro, la pensione anticipata non avrà alcun costo (altrimenti il costo è pari all'1% per ogni anno di anticipo); 2) volontaria, richiedibile dal contribuente con un'anzianità contributiva di almeno 20 anni in cui è necessario stipulare un contratto di finanziamento che prevede un costo intorno al 4,6%; 3) aziendale, deriva da un accordo tra impresa e lavoratore e in questo caso l'onere sarà a carico dell'impresa/datore di lavoro.

 

- Proroga della voluntary disclosure  e riemersione dei capitali detenuti in contanti.

 

- incentivazione della detassazione dei premi di produttività (fino a 4 mila Euro) con il pagamento di un'imposta sostitutiva IRPEF del 10%. Verrà introdotto un esonero contributivo INPS (fino a 8.060 Euro) per tutte le assunzioni a tempo indeterminato per i tirocinanti e disoccupati da almeno sei mesi (cd. Neet) per tutti giovani con un'eta da 15 a 24 anni e da 24 a 29 anni.

 

Oltre a queste tematiche prettamente fiscali e previdenziali, la legge di bilancio prevede il sostenimento del sistema sanitario nazionale attraverso uno stanziamento di 113 miliardi di Euro, la lotta alla povertà con uno stanziamento di 500 milioni di Euro e il supporto e finanziamento degli enti locali.

 

Infine si ricorda come la presente Legge prevede lo stanziamento di 4,5 miliardi per la ricostruzione dei comuni colpiti dal terremoto del 24 agosto 2016.

Per maggiori informazioni e su approfondimenti vi invitiamo a contattarci.

 

 

18/10/2016

 

Matteo Leonardi

 

 

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Studio Professionale Leonardi Partita IVA: 05507471000 Designed by Matteo Leonardi